Home / Science / Imparare dimenticando

Imparare dimenticando

actively forget as we learn

The three routes into the hippocampus seem to be linked to different aspects of learning: forming memories (green), recalling them (yellow) and forgetting (red).

IMAGE: John Wood.

Click for a full size image

Imparare dimenticando

Una nuova ricerca sui meccanismi neurali nei topi suggerisce che mentre si impara, si dimentica ciò che si è già appreso

Si dice che una volta imparato ad andare in bicicletta, non si scorda mai. Ma una nuova ricerca suggerisce che mentre impariamo, il nostro cervello cerca di dimenticare ciò che abbiamo appreso in precedenza. Lo studio, condotto dai ricercatori dell’EMBL e dell’Università Pablo Olavide di Siviglia, in Spagna, è pubblicato oggi su Nature Communications.

“Questa è la prima volta che un meccanismo neurale viene associato all’atto di dimenticare, ovvero cancellare attivamente le memorie esistenti,” dice Cornelius Gross, il ricercatore dell’EMBL che ha guidato lo studio.

Al livello più semplice, imparare significa creare associazioni mentali, e ricordarle. Nei topi, Gross e colleghi hanno studiato l’ippocampo, una regione del cervello responsabile della formazione di memorie. Informazioni provenienti dall’esterno entrano in questa regione del cervello attraverso tre vie differenti. Man mano che si formano nuove memorie, le connessioni tra i neuroni lungo la via ‘principale’ diventano più forti.

I ricercatori hanno scoperto che, quando questa via è bloccata, i topi non sono più in grado di imparare un riflesso condizionato – per esempio, associare un suono a una conseguenza, ed anticipare questa conseguenza. Ma se il riflesso condizionato è appreso prima che gli scienziati interrompano il flusso d’informazioni attraverso la via principale, i topi sono in grado di recuperare la memoria creata in precedenza. Questo conferma che la via principale serve a creare memorie, ma non è necessaria per richiamarle alla mente. Da ciò, i ricercatori hanno dedotto che l’atto di ricordare probabilmente coinvolge una via alternativa attraverso cui le informazioni raggiungono l’ippocampo.

Tuttavia, bloccare la via principale ha una conseguenza inaspettata: le connessioni tra i neuroni lungo questa via si indeboliscono, e le memorie sono cancellate.

“Bloccare questo percorso neurale non dovrebbe avere nessun effetto sulla forza delle connessioni tra i neuroni,” spiega Agnès Gruart, Professoressa all’Università Pablo Olavide. “Studiando questo processo nei dettagli, abbiamo scoperto che responsabile di questo indebolimento è una delle altre vie che conducono le informazioni all’ippocampo.”

Curiosamente, lo stimolo a dimenticare avviene solo in situazioni in cui il cervello cerca di imparare. Se i ricercatori bloccano la via principale in altre condizioni, la forza delle connessioni tra i neuroni rimane inalterata.

“Una spiegazione potrebbe essere che lo spazio nel cervello è limitato, per cui quando impariamo, siamo costretti ad indebolire alcune connessioni per fare spazio ad altre,” dice Gross. “Per imparare cose nuove, bisogna dimenticare quelle imparate in precedenza.”

Queste scoperte sono state rese possibili grazie all’uso di topi geneticamente modificati, ma con l’aiuto del gruppo di Maja Köhn presso l’EMBL, i ricercatori hanno dimostrato come sia possibile produrre una sostanza che attiva il percorso che porta a dimenticare senza ricorrere all’ingegneria genetica. Questo approccio, secondo i ricercatori, potrebbe essere preso in considerazione se si volesse sviluppare una terapia per aiutare le vittime di eventi traumatici a dimenticare tali eventi.

 

source : European Molecular Biology Laboratory

Telegram Channel

About Mohammad Daeizadeh

  • تمامی فایل ها قبل از قرار گیری در سایت تست شده اند.لطفا در صورت بروز هرگونه مشکل از طریق نظرات مارا مطلع سازید.
  • پسورد تمامی فایل های موجود در سایت www.parsseh.com می باشد.(تمامی حروف را می بایست کوچک وارد کنید)
  • Password = www.parsseh.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*